Cervicalgia e tunnel carpale2017-02-01T12:09:40+00:00

Cervicalgia e tunnel carpale

Donna di 55 anni, casalinga, non sportiva, da 2 anni ha subito un intervento di tunnel carpale alla mano destra, ed ora, oltre a percepire gli stessi sintomi alla mano sinistra, ha dolori cervicali con nausea e capogiri in alcuni casi.

Cervicalgia e probabile infiammazione al carpo da sindrome di tunnel carpale, si consigliano sedute di massoterapia al rachide cervicale e visita ortopedica al carpo sinistro.

Sono state eseguite alcune sedute di massoterapia al rachide cervicale con l’aggiunta di Tecarterapia e una decina di sedute di Meziérès agli arti superiori (bilaterale), dove la paziente ha sfruttato l’occasione per farsi trattare anche dei fastidi lombari che da un po’ di tempo si facevano sentire senza però condizionarle nessun movimento.

Aumentata mobilità cervicale, aumentato il range di rotazione a destra e a sinistra con percezione di leggerezza alla regione del trapezio, scomparsi i sintomi al braccio e al polso sinistro con miglioramento della mobilità e della forza nella mano.

Molte volte, la compressione dei nervi brachiali a livello dei muscoli cervicali e nei passaggi articolari della spalla e acromion producono un’infiammazione nervosa e segnali elettrici anomali che possono esser letti come una sofferenza nervosa, la diagnosi è probabilmente corretta ma è soltanto la regione d’origine della compressione nervosa ad essere errata.